Ru486

Basta!
Basta con questa polemiche sull’aborto. Basta con l’intrusione della Chiesa nella vita pubblica. Basta con le ridicole minacce del Vaticano di non poter più accedere ad un mondo a cui non tutti credono.
L’aborto in Italia è regolamentato dalla Legge 194 e quindi non costituisce un delitto se si rispettano i termini di legge. A cosa serve minacciare di scomunica? Pensare che un medico si possa rifiutare di praticare l’aborto nonostante sia tutelato dalla legge mi sembra criminale. Il fatto che molte donne affrontino un viaggio oltre confine per ottenere un’assistenza che dovrebbero avere in Italia di diritto e che per altro pagano profumatamente mi sembra lo specchio di una società profondamente incivile. Trattare come una assassina, come una eretica una donna che, dopo un percorso difficile ha preso la decisione senza dubbio dolorosa di interrompere la gravidanza mi pare di una violenza inaudita.
La legge 194 e l’introduzione della Ru486 consentono la LIBERTA’ di scelta.
Ognuno sceglierà secondo coscienza.
La propria coscienza, non quella collettiva.

Annunci

12 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Daniele*
    Ago 18, 2009 @ 17:52:15

    Anche un medico ha la libertà di scelta sai.
    E nessuno puo’ obbligare un medico a fare questo o quello secondo stupide leggi.

    Rispondi

    • misshyde
      Ago 18, 2009 @ 18:46:26

      Benché stupide le leggi sono leggi, e come tali vanno rispettate.
      Chi non è d’accordo si prenda pure il rischio di non rispettarle, ma poi dovrebbe pagarne le conseguenze.

      Rispondi

  2. Daniele*
    Ago 19, 2009 @ 14:55:58

    Vedi che allora non serve arrabbiarsi tanto.
    NON prescrivere una pillola NON ha nessuna conseguenza legale per un medico.
    Piuttosto dare una pillola che oltre ad uccidere il bambino potrebbe far morire anche la madre, questo si ha delle conseguenze.

    Rispondi

  3. loscientista
    Ago 19, 2009 @ 23:03:44

    Miss, lascia stare Daniele. Piccolo provocatore che gira per questi blog senza alcun argomento di pregio. Ad ascoltarlo si perde il 50% del tempo a capire cosa voglia dire, e il restante 50% a cancellare i suoi insulti, figli dell’ignoranza del credente bigotto.
    Ciao, come vedi ho ricambiato la visita.

    Rispondi

  4. Annamaria
    Ago 20, 2009 @ 11:15:14

    Non ha nessuna conseguenza legale per il medico ma ha conseguenze per chi ha fatto la scelta dolorosa di abortire. Per chi si aspetta assistenza e non la riceve. Per chi è costretta ad andare in un altro paese per ottenre quello che le spetterebbe di diritto nel suo.

    Rispondi

  5. Daniele*
    Ago 20, 2009 @ 11:25:47

    Se in italia le donne sono lasciate sole e’ perche’ la 194 non e’ applicata del tutto.
    E adesso con la ru486 il medico se ne lava le mani e lascia che una donna si prenda una pillola da sola. Ho già sentito le testimonianze dirette di ginecologi che sono pronti a rifilarla sottobanco.

    Se non capite cosa scrivo, allora non capite un sacco di gente che non la pensa come voi.

    Rispondi

  6. Andr3a
    Ago 25, 2009 @ 16:35:37

    Se credi in dio allora non fare il medico…fai un altro lavoro ma non il medico.

    Rispondi

  7. Andr3a
    Ago 25, 2009 @ 16:37:17

    Un’ultima precisazione: nei paesi civili la pillola del giorno dopo è un farmaco da banco. Prova a trovarti nella condizione di doverla prendere qui in Italia, magari di notte, come capita spesso. Solo quando ci passi da certe esperienze ti puoi permettere di esprimere un’opinione altrimenti meglio tacere.

    Rispondi

  8. Daniele*
    Ago 26, 2009 @ 11:59:59

    Argomentazioni vane, mi spiace ma non attaccano.
    E sai perche?
    Perche’ una donna di notte deve voler abortire cercando la pillola?
    Perche’ il maschio con cui ha fatto sesso e’ uno stronzo.
    Purtroppo l’Italia, come altri paesi, sta dando ragione agli stronzi.

    Rispondi

  9. misshyde
    Ago 26, 2009 @ 13:53:03

    Daniele, credo che la tua visione dell’argomento sia un pò limitata e riduttiva. In ogni caso abbandonerei le polemiche inutili e le sentenze dato che ognuno ha il suo punto di vista ben radicato.

    Rispondi

  10. Daniele2
    Ago 27, 2009 @ 11:14:23

    qui sventola bandiera bianca insomma…..

    Rispondi

  11. Daniele*
    Set 10, 2009 @ 14:59:45

    Leggetevi questo, soprattutto le telefonate fatte agli ospedali…
    http://www.tempi.it/interni/007486-ru486-firmi-qui-e-vada-pure-casa-ad-abortire

    E non dite che il giornale e’ di parte. Non tappatevi gli occhi.

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Sephiroth

"Scrivere sulle cose, mi ha permesso di sopportarle".

the packing beast

Just another WordPress.com site

medea1976

Just another WordPress.com site

Riru Mont in Glasgow

Di un'Italiana in Scozia

Orso Romeo

NON PENSO AL DOMANI, PERCHÈ NON SO NEANCHE SE ARRIVO A FINE GIORNATA

Ma Bohème

Ma Bohème: un viaggio tra libri, musica, racconti di vita, cronaca e attualità.

Scrivere creativo

Esercizi di scrittura creativa.

aboutgarden

event, garden, craft and pleasure

NON MI LAMENTO MAI

….Sono stupendi i trent’anni... Sono stupendi perchè sono liberi, ribelli, fuorilegge, perchè è finita l’angoscia dell’attesa, non è cominciata la malinconia del declino, perchè siamo lucidi, finalmente, a trant’anni! Se siamo religiosi, siamo religiosi convinti; se siamo atei siamo atei convinti. Se siamo dubbiosi, siamo dubbiosi senza vergogna. E non temiamo le beffe dei ragazzi perchè anche noi siamo giovani, non temiamo i rimproveri degli adulti perchè anche noi siamo adulti. Non temiamo il peccato perchè abbiamo capito che il peccato è un punto di vista, non temiamo la disubbidienza perchè abbiamo scoperto che la disubbidienza è nobile. Non temiamo la punizione perchè abbiamo concluso che non c’è nulla di male ad amarci se c’incontriamo, ad abbandonarci se ci perdiamo: i conti non dobbiamo più farli con la maestra di scuola e non dobbiamo ancora farli col prete dell’olio santo. Li facciamo con noi stessi e basta, col nostro dolore da grandi. Siamo un campo di grano maturo a trent’anni, non più acerbi e non ancora secchi: la linfa scorre in noi con la pressione giusta, gonfia di vita.é viva ogni nostra gioia, è viva ogni nostra pena, si ride e si piange come non ci riuscirà mai più. Abbiamo raggiunto la cima della montagna e tutto è chiaro là in cima: la strada per cui scenderemo. Un po’ ansimanti e tuttavia freschi, non succederà più di sederci nel mezzo a guardare indietro e avanti e meditare sulla nostra fortuna… O. Fallaci

Guignolesco

Non è Pop, è Pulp!

cataniafashionblog

LA MODA NON LA SI SUBISCE.. LA SI FA'!!!

agores_sblog

le parole cadono come foglie

Riccardo Franchini. Godete

Bere Mangiare Viaggiare partendo da Lucca

Topper Harley

Uno, nessuno e ventitrè

jojovertherainbow

There's no places like home

Fuoridallarete

Since 1990

pe®izoma

Bisogna farsi Dio

Diana

"Nell'ora più profonda della notte, confessa a te stesso che moriresti se ti fosse vietato scrivere. E guarda profondamente nel tuo cuore dove esso espande le sue radici, la risposta, e ti domandi, devo scrivere?". Rilke

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: